Guida al prestito locale su prenotazione

A partire dal 6 luglio p.v. sarà attivo il servizio di prestito locale su prenotazione online per un massimo complessivo di 20 richieste giornaliere (10 la mattina e 10 il pomeriggio), con ritiro in sede il giorno indicato nella mail di riscontro dell'ufficio.

L’orario di apertura del servizio sarà dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,30 alle 13 e dalle 14,30 alle 17,30. Il sabato dalle 9,30 alle 13.

L'ingresso in Biblioteca sarà contingentato e gli utenti potranno accedere solo se già iscritti online alla biblioteca, muniti di mascherine e previa igienizzazione delle mani.

All'entrata l'utenza sarà sottoposta alla rilevazione della temperatura - nel caso in cui essa risulti superiore a 37,5 ° sarà precluso l'accesso - e potrà entrare in Biblioteca solo se:

- ha prenotato online un’opera e ha ricevuto la risposta dall'ufficio;

- deve riconsegnare un’opera presa in prestito.

 L’accesso non sarà consentito a chi non ha preventivamente effettuato la prenotazione online del volume.

MODALITÀ DI RICHIESTA


Ogni utente potrà richiedere un'opera per prenotazione (fino ad un massimo di 4 volumi in carico).

La richiesta di prestito o restituzione tramite prenotazione online dovrà essere inoltrata solo ed esclusivamente attraverso la compilazione di questo form.

Per qualsiasi ulteriore informazione sul servizio potrà inviare una email a bn-pz.prestito@beniculturali.it .

NB: Al fine di evitare spostamenti non necessari, prima di recarsi in Biblioteca è indispensabile controllare sulla propria mail l’esito della richiesta. Il volume è disponibile solo se risulta comunicato dalla biblioteca il giorno e l'orario di ritiro o restituzione.

Il materiale prenotato deve essere ritirato o restituito in Biblioteca lo stesso giorno in cui è confermata la disponibilità per il ritiro o restituzione.

Le opere non ritirate verranno rimandate in magazzino.

Dopo la restituzione i volumi verranno imbustati e messi in quarantena per 7 giorni. 

Si ricorda che sono esclusi dal prestito:

-          manoscritti e libri di particolare pregio storico e artistico o comunque editi prima del 1900;

-          opere appartenenti a Fondi Privati ed alla Sala Lucana;

-          enciclopedie e dizionari, miscellanee, manoscritti, stampe, carte geografiche, manifesti,

-          depliants ed inviti;

-          periodici;

-          materiale audiovisivo e multimediale sia su supporto ottico che magnetico;

-          documenti in precario stato di conservazione;

-          opere che sul frontespizio recano il timbro “escluso dal prestito”;

-          tutte le opere pervenute tramite prestito interbibliotecario nazionale ed internazionale.