Attenzione non è stato specificato nessun termine da ricercare.

Vai alla pagina precedente
Aggiungi ai preferiti
Invia pagina via mail Stampa la pagina corrente Carattere piccolo Carattere normale Carattere grande 
Visualizza per la stampa Visualizza per la stampa

Le donne che leggono sono sempre più pericolose

Autore: Bollmann, Stefan

Editore: Rizzoli

Anno: 2011

le donne che leggono"Chi sa leggere ci vede due volte", con questa frase di Menandro, poeta e commediografo greco del IV secolo a.C., inizia la prefazione di Stefan Bollmann al suo libro: Le donne che leggono sono sempre più pericolose. Milano: Rizzoli, 2011.

E' una carrellata di opere d'arte raffiguranti donne intente alla lettura, opere di grandi maestri come Velazquez, Cartier - Bresson, Hopper e di artisti poco conosciuti.

Ma cosa leggono queste donne? La risposta sta nell'epoca in cui vennero ritratte. Prima del XVII secolo, la lettura preferita era la Bibbia o i Libri d'ore, nel XVIII secolo leggevano le lettere e alla fine di questo stesso sec. presero piede i romanzi. In ogni caso la donna lettrice ha sempre fatto paura all'uomo comune che vedeva nella lettura un veicolo rapido di emancipazione femminile. Non a caso nel medioevo si bruciavano le donne e i libri.

STEFAN BOLLMANN ha studiato germanistica, storia e filosofia, con una tesi di dottorato su Thomas Mann. Autore di numerose pubblicazioni, insegna all'Università di Monaco.